Il documentario rubato da Apple per motivare i dipendenti

Pubblicato: 23 ottobre 2013 in Percezione, Tecnologia, Video

Il video di Neistat è stato un successo – su Youtube sta arrivando ai 4 milioni di clic – e nel suo piccolo lo confermano anche questo blog e i suoi lettori: il post che raccontava del documentario sul “Lato oscuro” del nuovo iPhone, con code e pazzie spesso al limite, è stato il più commentato. Un delirio raccontato con leggerezza, e un po’ di moralismo (va detto), dal regista di New York. E ora Neistat, fanboy ravveduto di Apple, ha ricevuto il riconoscimento definitivo per questo suo lavoro, riconoscimento che è anche la beffa finale che corona il suo lavoro: il documentario è stato preso, tagliato, rimontato, velocizzato e ri-doppiato da Cupertino stessa che l’ha usato internamente per motivare il personale che si occupa del customer care. Tagliando la firma di Neistat, di fatto masticando il contenuto d’autore, digerendolo e quindi riproponendolo completamente stravolto nei contenuti. “Tutto questo l’avete fatto voi!” urla ai propri dipendenti con una scritta la Mela-version (guarda il video) del lavoro di Neistat, così come ce l’ha fatto vedere il New York Times. Che giustamente sottolinea come nello stravolgimento del tutto, l’immagine più forte, e la più controversa in realtà, ossia la donna avvolta nei sacchi di plastica della spazzatura per non soffrire il freddo durante le notti di coda, quella è stata mantenuta. Perché nell’idea a questo punto discutibile di Apple, è l’immagine del proprio successo.

Guarda il video utilizzato da Apple per motivare i propri dipendenti

 Al New York Times, che spiega di come il video sia stato immesso sui server interni di Apple il 30 settembre e di aver ricevuto notizia da un interno che preferisce rimanere anonimo (pena il licenziamento), Casey Neistat racconta di non essersi per niente divertito a “rivedersi” così stravolto: “Non mi era mai successo di vedere un mio lavoro rubato in questo modo”, racconta. “Hanno tolto il mio brand, sostituendolo addirittura con il loro”. Il logo di Apple infatti conclude il video, non prima di una frase – “Additional Hours Reguirements Met” – di difficile interpretazione.

Federico Cella

Fonte

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...