Le guerre del futuro? Sul web

Pubblicato: 3 dicembre 2012 in Conflitto, Società, Web

Twitter, Facebook, Google + e gli altri stanno diventando sempre di più delle preziose fonti di informazione in grado di sorvegliare il nemico, capirne le intenzioni ed anticiparne le mosse. E i progetti per sviluppare queste nuove “armi” digitali sono già partite.

guerra_si_combatte_sul_web.jpg

Clicca sull’immagine per visitare la Gallery

UNA GUERRA combattuta con 140 caratteri e a colpi di “Mi piace”. Il futuro dei conflitti che si stanno sviluppando nel mondo passa dai social network, Twitter e Facebook sono già da qualche tempo dei canali utilizzati per fini bellici. Il recente caso dell’esercito israeliano, resosi protagonista del primo attacco raccontato in diretta su Twitter è il più lampante.

Finora i social network sono stati usati come mezzi per amplificare i messaggi delle forze armate, ma è in atto una nuova “tendenza”: Twitter e Facebook stanno diventando sempre di più delle preziose fonti di informazione in grado di sorvegliare il nemico, capirne le intenzioni ed anticiparne le mosse.

Gli strateghi militari hanno trovato nei social network una fonte inesauribile di informazioni sui propri avversari applicando metodologie tipiche del marketing online. Proviamo ad immaginare quali potrebbero essere i punti chiave di una guerra combattuta sui social e grazie ad essi: 1. Individuazione degli influencer, individui o gruppi che contano sui social network grazie alla loro capacità di influenzare gruppi di utenti; 2. Analisi dei tweet o degli status su Facebook per ricavare informazioni di vario tipo: localizzazione geografica, temi discussi, collegamenti con altri utenti; 3. Elaborazione delle informazioni ottenute e pianificazione di azioni volte a contrastare o ad anticipare le mosse degli avversari.

Fantapolitica? Non proprio, almeno a giudicare da un progetto sperimentale che sta muovendo i suoi primi passi in seno al Dipartimento della Difesa americano. Si chiama Dynamic Twitter Network Analysis (DTNA) e consiste in una variante per fini militari della cosiddetta analisi del “sentiment”, cioè delle opinioni degli utenti, tanto cara agli esperti di social media marketing.  A ricadere sotto l’occhio elettronico del progetto DTNA sono gli influencer, cioè gli “individui che contano” su Twitter nei punti caldi del pianeta. Luoghi come Iran, Siria, Corea del Nord, i cosiddetti “Stati canaglia” passeranno, o stanno già passando, sotto l’occhio attento del Dynamic Twitter Network Analysis.

Ma la “social warfare” non riguarda solo il social dei famosi 140 caratteri, anche Facebook, YouTube e Google+ sono costantemente monitorati da un altro progetto, per ora senza nome, sempre nato come esperimento all’interno del Dipartimento della Difesa statunitense.

Va detto che l’utilizzo per fini “militari” o di intelligence dei social network non è del tutto nuovo e ci sono già esempi di successo sempre su suolo americano. Non è un segreto infatti che Facebook venga usato dalla CIA come strumento di information gathering, cioè di raccolta su larga scala di una serie di informazioni che gli utenti del social network condividono volontariamente. Tutto questo secondo la CIA ha prodotto un risparmio economico notevolissimo: le informazioni che prima dovevano essere ricavate con tecniche di spionaggio sono ora offerte su un piatto d’argento dagli utenti dei social network e devono soltanto essere analizzate e catalogate.

La guerre intelligenti condotte sfruttando i social network saranno meno cruente?  È improbabile, ma certamente saranno meno costose e ancor più globali.

di Matteo Campofiorito

Fonte

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...