ITALIANS IN FUGA

Pubblicato: 21 settembre 2011 in Articoli, Cambiamento, Iniziative, Web

“Informazioni per chi vuole emigrare da chi è già emigrato”: si presenta così Italiansinfuga.com, un sito web dove chi desidera lasciare il Belpaese può raccogliere informazioni e consigli da quelli che sono emigrati da tempo.

A crearlo Aldo Mencaraglia, un quarantenne originario di Borgo San Dalmazzo, in provincia di Cuneo, che a 19 anni è partito per l’Inghilterra e non è mai più tornato: ha studiato a Brighton, lavorato in Gran Bretagna, Cina, Taiwan e adesso si é fermato a Melbourne in Australia. Qualche anno fa ha deciso di condividere la sua esperienza con tutti quelli che sognano di cambiare vita come lui, da qui é nato italiansinfuga.com.

“Leggendo il forum ‘Italians’ sul Corriere della Sera mi sono reso conto che in tanti cercano di emigrare verso ciò che manca loro in Italia, ma non sanno da dove iniziare. Vista la mia esperienza ormai ventennale di vita all’estero mi sono reso conto che ero in grado di aiutarli”, racconta Aldo Mencaraglia, che ha moglie (inglese), due figlie e lavora come analista commerciale nel campo alimentare. ‘Ingegnere e vuoi trovare lavoro all’estero? Vieni in Australia!’, ‘L’Uruguay visto da chi ci vive’, ‘Forum sul Giappone’ oppure ‘Impressioni sul mondo dello studio e del lavoro nella Silicon Valley, in California’, sono solo alcune delle esperienze messe a disposizione dagli utenti del sito.

“Dall’inizio, italiansinfuga.com ha ricevuto 190 mila visitatori unici. Adesso viaggia sulle 52 mila visite al mese, ho una mailing list di circa 2.200 iscritti e oltre duemila amici su Facebook”, dice soddisfatto Mencaraglia, via mail, a dieci ore di fuso orario di differenza. “Ci sono tantissime storie e alcune mi hanno appassionato veramente, come quella di Stefano – racconta – che dopo aver letto un mio articolo su come studiare in Danimarca ha fatto armi e bagagli e ora è iscritto all’Università di Copenhagen. Non penso di essere un benefattore mi rendo solo conto di essere stato fortunato ad aver vissuto e lavorato in nazioni diverse ed ad aver ricevuto tanto aiuto da parte delle persone, vorrei ricambiare mettendo a disposizione la mia esperienza”.

L’ultima volta che Aldo Mencaraglia è tornato in Italia, dove ha ancora dei parenti, è stato nel 2006. “Sinceramente non l’ho trovata tanto diversa ma, essendo in vacanza, i lati positivi mi sono apparsi di gran lunga superiori a quelli negativi. Professionalmente comunque non penso che ce la farei: ho sempre lavorato all’estero e non credo riuscirei ad adattarmi a quello che ho sentito dire sul mondo del lavoro italiano”.

“La mia intenzione per chi visita il blog – precisa Mencaraglia – non è solo mettere in moto un processo di emigrazione ma anche far capire che non è necessariamente il toccasana ai propri problemi, non è facile e non fa per tutti. Io non emigrai perché non mi piaceva l’Italia, ma per curiosità verso ciò che c’era Oltralpe. L’Italia e gli Italiani hanno un potenziale enorme che a volte non esprimono appieno. All’estero ci invidiano tantissime cose e noi quasi non ce ne rendiamo conto. Se solo riuscissimo a metterci d’accordo tra di noi”.

Titti Santamato

Fonte

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...