IL LAVORO DEL GIOVANE FORMATORE

Pubblicato: 14 settembre 2011 in Film, Formazione, Percezione, Uncategorized

Quante volte capita ad un giovane formatore di dover spiegare qual è il suo lavoro senza avere le parole giuste per farlo?
Spesso, per quanto possa essere precisa la descrizione, gli interlocutori fingeranno di capire solo per terminare la conversazione.
Diverse persone mi hanno riferito come le parole di questo video rendano bene l’idea che loro hanno della figura del formatore.

Michele: Senti che lavoro, me n’ero dimenticato, che lavoro fai?
Cristina: Beh, mi interesso di molte cose: cinema, teatro, fotografia, musica, leggo…
Michele: E concretamente?
Cristina: Non so cosa vuoi dire.
Michele: Come non sai, cioè che lavoro fai?
Cristina: Nulla di preciso.
Michele: … Come campi?
Cristina: Mah… te l’ho detto giro, vedo gente, mi muovo, conosco, faccio delle cose.

(Tratto da Ecce bombo, film italiano del 1978 di Nanni Moretti)

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...